architettura contemporanea

Stazione Alta Velocità, Napoli-Afragola

Afragola (NA)

L’avveniristica stazione di Afragola, ribattezzata anche “Porta del Sud”, è un importante snodo ferroviario pensato per velocizzare i collegamenti con la Campania e la Puglia ed è concepito come una struttura a ponte che attraversa e collega i binari dell’alta velocità.

L’inaugurazione della struttura porta a compimento un cammino iniziato nel 2003, quando l’architetto Zaha Hadid si aggiudicò la vittoria del concorso promosso dal Gruppo Ferrovie dello Stato, primeggiando tra altri grandi nomi dell’architettura mondiale, come Peter Eisenman e Rem Koolhass.
La stazione è progettata come un sistema architettonico dall’articolazione sinuosa ed “organica” – secondo lo stile tipico dell’archistar anglo-irachena – che richiama l’immagine di un treno in corsa e che è costituito da un volume morbido lungo circa 350 metri in calcestruzzo, metallo e vetro, con una duplice funzione: una galleria pedonale di collegamento tra le varie banchine ed un elemento di continuità tra la ferrovia ed il paesaggio circostante, in grado di mettere in stretta relazione le due fasce di territorio che si estendono ai lati dei binari.
Gli accessi alla stazione situati alle estremità del “ponte” convogliano il flusso dei passeggeri verso l’atrio centrale, in cui sono ubicate la biglietteria e la sala d’aspetto, per poi indirizzarlo verso i binari al piano inferiore o verso il centro commerciale al livello superiore, attraverso un suggestivo sistema di scale e rampe mobili perfettamente integrato nelle forme dell’edificio.
Il grande lucernario posto sulla galleria e le ampie vetrate della sala passeggeri – concepite secondo criteri bioclimatici per il controllo della luce solare diretta – testimoniano l’attenzione rivolta alla luce naturale e la precisa volontà progettuale di rendere il complesso permeabile ed aperto verso l’esterno.

Committente/Impresa esecutrice: Rete Ferroviaria Italiana S.p.A.
Progetto: Zaha Hadid Architects, Londra
Impresa esecutrice: Astaldi S.p.A., Milano
Applicatore sistemi a secco Saint-Gobain Italia: Sicorap Srl, Napoli

Soluzioni Saint-Gobain utilizzate
Richiesta progettualeContropareti e controsoffitti da realizzare a secco, facilmente lavorabili per ottenere le particolari forme curvilinee che contraddistinguono gli spazi interni della struttura.
Soluzione Saint-GobainContropareti e controsoffitti a secco realizzati con lastre Gyproc Flex 6 e Gyproc Wallboard 13, appositamente curvate e plasmate per ottenere le forme desiderate e per richiamare l’andamento sinuoso ed “organico” che caratterizza tutte le linee architettoniche della nuova stazione ferroviaria.
Le lastre Gyproc Flex 6, le più sottili nella produzione Saint-Gobain Italia, sono avvitate su profili metallici appositamente calandrati ed in alcuni casi fungono da supporto per un elegante rivestimento plastico bianco.
Richiesta progettualePareti di compartimentazione al fuoco, leggere e performanti, nelle vie di fuga ed in tutti i locali tecnici della struttura.
Soluzione Saint-GobainPareti a secco altamente prestazionali costituite da strutture metalliche, pannelli isolanti in lana di vetro italiana Isover PAR 4+ e doppia lastra Gyproc Fireline 13 per lato.
La Gyproc Fireline 13 è una lastra di tipo F con incrementata coesione del nucleo ad alta temperatura, il cui gesso è additivato con fibre di vetro e vermiculite al fine di migliorarne la capacità di resistenza al fuoco.
Focus partner Saint-Gobain
Sicorap srl Napoli
Titolare: Ing. Sandro Raiola
Area di specializzazione: Realizzazione di partizioni a secco per interni ed esterni ed ogni tipologia di controsoffitto. Opere in gesso e tinteggiature.
Partner Saint-Gobain Italia: dal 1984
Marzo 2021
residenziale

Complesso residenziale a Taranto

Taranto

Un fabbricato condominiale di Taranto, è stato oggetto di un mirato intervento di manutenzione straordinaria delle facciate e di una completa riqualificazione energetica dell’involucro edilizio risalente al 1988.

PARTNER SAINT-GOBAIN
Gli Artigiani Soc. Coop.
Ginosa (TA)
residenziale

Complesso residenziale a Selargius

Selargius (CA)

Questo nuovo complesso a destinazione residenziale rientra in un più ampio piano di risanamento urbanistico territoriale, con l’obiettivo di creare una nuova centralità all’interno del Comune di Selargius.

PARTNER SAINT-GOBAIN
CD Costruzioni S.r.l.
Donori (SU)
Stemami S.n.c. Di Locci Matteo & C.
San Giovanni Suergiu (SU)
Copyright © by Saint-Gobain Italia S.P.A. P.IVA 08312170155 - informazioni societarie - informazioni legali e privacy  |  Politica cookie
Gyproclive è un periodico registrato presso il Tribunale di Milano al N. 194 in data 03-04-1995