architettura contemporanea

Sede Municipale di Navelli

Navelli (AQ)

A seguito del violento sisma che ha colpito l’Abruzzo nel 2009, il Municipio di Navelli è stato completamente demolito e ricostruito con tecniche innovative e soluzioni architettoniche che si integrano perfettamente con il suggestivo fondale prospettico dell’antigo borgo.

Il nuovo edificio è progettato per conferire alla sede municipale una precisa qualità estetica ed una forte riconoscibilità architettonica, oltre ad una razionalità degli spazi interni che consente il perfetto funzionamento della “macchina” istituzionale, pensata come luogo per accogliere e servire i cittadini ma anche come un importante spazio di aggregazione per l’intera comunità del paese.
Il complesso si sviluppa su due livelli fuori terra – oltre ad un piano interrato – ed è caratterizzato dalla presenza di tre volumi distinti che alleggeriscono l’impatto percepito dall’esterno ed ospitano diverse funzioni.

Il primo blocco è destinato agli uffici, con una parte a piano terra aperta agli utenti ed una parte al piano superiore destinata all’amministrazione pubblica. Il blocco centrale ospita vari servizi alla collettività, la sala consiliare, la biblioteca e l’emeroteca. Il volume-piazza, infine, è uno spettacolare spazio a doppia altezza dedicato a “piazza pubblica” e delimitato da un’enorme parete finestrata rivolta verso l’esterno.
La vetrata a tutta altezza dell’aula consiliare è uno degli elementi più rappresentativi dell’intervento, perché oltre a consentire l’ingresso della luce naturale diventa un vero e proprio osservatorio del paese, avvicinando idealmente l’edificio al borgo antico.

Committente: Comune di Navelli
Responsabile Unico del Procedimento: Ing. Gianluca Caramanico
Progettazione esecutiva: Arch. Massimiliano Monetti
Direzione Lavori: Ing. Rocco Di Ciero
Impresa esecutrice: De Santis Antonio & C srl, L’Aquila
Applicatore sistemi a secco Saint-Gobain Italia: R.P. Controsoffitti di Profico Roberto, Cologna Paese (TE)

Soluzioni Saint-Gobain Italia realizzate da "R.P. Controsoffitti di Profico Roberto"
Richiesta progettualeTramezzi interni e contropareti in linea con la filosofia progettuale contraddistinta dall’utilizzo di tecniche costruttive sostenibili, prestazionali e antisismiche.
Soluzione Saint-Gobain ItaliaPareti e contropareti su murature costituite dall’abbinamento di lastre standard Gyproc Wallboard 13, lastre Gyproc Vapor, strutture metalliche Gyproc Gyprofile e pannelli isolanti Saint-Gobain Italia.
L’impiego delle partizioni a secco così concepite, oltre ad assicurare un ottimo isolamento acustico e facilitare il passaggio delle parti impiantistiche, è particolarmente indicato in tutte quelle applicazioni in cui i tramezzi sono sottoposti a naturali sbalzi termici, con relativi fenomeni di condensa.
La Gyproc Vapor, in particolare, è una lastra speciale rivestita sulla superficie non a vista con una lamina di alluminio che conferisce alla parete un elevato grado di resistenza alla diffusione del vapore acqueo.
Richiesta progettualeControsoffitti ispezionabili eleganti e resistenti per nascondere il passaggio degli impianti negli uffici e negli spazi comuni.
Soluzione Saint-Gobain ItaliaSistema Gyproc GyQuadro Activ’Air® per controsoffitti ispezionabili, costituito da pannelli in gesso rivestito con una finitura di colore bianco semilucido ed uniforme.
I pannelli Gyproc GyQuadro Activ’Air® riflettono fortemente la luce e la distribuiscono uniformemente in tutto lo spazio. La loro applicazione garantisce un’ottima finitura estetica ed un’eccellente resistenza all’umidità.
La tecnologia Activ’Air® consente un sensibile miglioramento della qualità dell’aria, grazie alla riduzione e alla neutralizzazione fino all'80% della formaldeide presente negli ambienti interni.
Richiesta progettualePareti esterne antisismiche e performanti, con elevate prestazioni termo-acustiche e di resistenza agli agenti atmosferici.
Soluzione Saint-Gobain ItaliaFacciata di tamponamento a secco della tipologia Gyproc Aquaroc Prima, costituita da due lastre in cemento alleggerito Gyproc Aquaroc all’esterno, due strutture metalliche separate da una lastra in gesso fibrato Gyproc Rigidur H 15, doppio isolante minerale ad alta densità Isover e due lastre verso l’interno, una del tipo standard Gyproc Wallboard 13 ed una speciale Gyproc Vapor.
La lastra Gyproc Aquaroc è a base di cemento alleggerito con polistirene espanso, rinforzata su entrambe le facce con rete in fibra di vetro e con la faccia a vista trattata con limitatore di porosità. E’ una lastra appositamente studiata per la realizzazione di soluzioni a secco in cui sia necessario assicurare un’elevata resistenza all’acqua, all’umidità ed agli sbalzi termici.
Gennaio 2021
architettura contemporanea

Complesso Parrocchiale di San Rocco in Sambuceto

San Giovanni Teatino (CH)

La costruzione del nuovo complesso parrocchiale San Rocco nasce dall’esigenza di fornire nuovi spazi ad una popolazione in forte crescita, in un territorio situato nella strategica area metropolitana di Chieti e Pescara.

Applicatore
Di Fulvio S.r.l.
Fara Filiorum Petri (CH)
residenziale

Villa C

Riviera di Ponente - Liguria

Situata su di un versante collinare nella riviera ligure di ponente, questa splendida residenza privata nasce dall’unione di due parallelepipedi sovrapposti, planimetricamente sfalsati e ruotati in modo da esaltare il dinamismo dell’edificio.

Applicatore
Mugliarisi S.r.l.
Vado Ligure (SV)
recupero del patrimonio edilizio

Complesso immobiliare Via Cosenz 54

Milano

Situato nel cuore del quartiere “Bovisa” di Milano – a poche centinaia di metri dal passante ferroviario e dal polo universitario del Politecnico – l’imponente complesso residenziale di Via Cosenz 54 è costituito da diversi edifici.

Applicatore
Costruzioni Ayrion S.r.l.
Chiari (BS)
Copyright © by Saint-Gobain Italia S.P.A. P.IVA 08312170155 - informazioni societarie - informazioni legali e privacy
Gyproclive è un periodico registrato presso il Tribunale di Milano al N. 194 in data 03-04-1995