recupero del patrimonio edilizio

Chiesa Maria Madre dei Giovani

Torino

“Maria Madre dei Giovani” è il nome della chiesa situata all’interno del complesso denominato “Arsenale della Pace”, un monastero metropolitano nato in un’antica fabbrica di armi in disuso e sede del Sermig – Servizio Missionario Giovani – fondato nel 1964 da Ernesto Olivero.
La pianta quadrata della chiesa, il disegno circolare delle sedute in legno e la forma triangolare dei tre grandi lucernari posti in copertura, testimoniano l’obiettivo principale del progetto che, come spiega l’architetto Benedetto Camerana, “vuole trasmettere trascendenza e sacralità con pochi elementi architettonici e con geometrie semplici, pure ed assolute.”

La nuova chiesa è progettata per ospitare fino a 500 persone ed è il risultato della ristrutturazione di un vecchio capannone industriale, completamente rivestito all’interno da una ”scatola” a secco altamente isolante, costituita da contropareti e controsoffitti Saint-Gobain Italia.
Tutti i tamponamenti perimetrali in mattoni pieni dell’edificio esistente sono foderati con pareti in lastre Gyproc Wallboard 13 avvitate su strutture metalliche da 100 mm, mentre la tipica copertura industriale “a shed” è mascherata da uno spettacolare controsoffitto dall’andamento curvilineo, realizzato con il sistema Gyproc Rigitone 8-15-20 Super che sfrutta lastre in gesso rivestito appositamente forate, in grado di garantire altissimi livelli di assorbimento acustico ed un’eccellente resa estetica.

Sul retro delle lastre, inoltre, è applicato uno speciale tessuto fonoassorbente di colore bianco che lavora in abbinamento alle perforazioni, in modo da ottimizzarne le prestazioni acustiche senza peraltro limitare il passaggio della luce naturale.
Le forature, di forma circolare e disposte irregolarmente sulla superficie, consentono di creare particolari effetti cromatici e scenografici giochi di luce anche in mancanza di illuminazione naturale, grazie alla presenza di un sofisticato sistema a led studiato per riprodurre una sorta di cielo stellato, estremamente allegorico e di grande impatto visivo.

La particolare forma ad onda del controsoffitto è ottenuta grazie alla costruzione di una orditura primaria disposta a “vertebra” – pendinata alla copertura e strutturalmente molto resistente – sulla quale è agganciato un secondo reticolo metallico che diventa il supporto ideale per l’ancoraggio delle lastre forate.
Tra le pareti ed il controsoffitto sono incassate alcune lampade che illuminano in modo uniforme tutto il perimetro della chiesa, integrando l’illuminazione “simbolica” del controsoffitto curvo e quella naturale e diretta proveniente dai lucernari.

Committente: Sermig – Servizio Missionario Giovani, Torino
Progetto, Coordinamento e Direzione artistica: Benedetto Camerana, Torino
Direzione Lavori: Paolo Erbetta, Torino
Impresa esecutrice: Costruzioni Generali Gilardi, Torino
Direzione cantiere: Alessandro Gilardi, Torino
Applicatore/fornitore contropareti Saint-Gobain Italia: CTI Isolare srl, San Mauro Torinese (TO)
Applicatore/fornitore controsoffitti Saint-Gobain Italia: Ata srl, Rivoli (TO)

Settembre 2020
recupero del patrimonio edilizio

Mercato Coperto

Ravenna

Il Mercato Coperto di Ravenna è stato magnificamente riqualificato per ospitare isole gastronomiche tematiche.

Applicatore
Brains S.r.l.
Forlì
tecnica e innovazione

La Casina

Marina di Massa (MS)

“La Casina” è un locale storico di Marina di Massa attualmente gestito dalla terza generazione della stessa famiglia che lo inaugurò più di trent’anni fa, prima come circolo e poi come ristorante.

Applicatore
Isoldesign S.r.l.
Monza (MB)
tecnica e innovazione

Borgo San Francesco

Matera

All’interno dell’articolato programma integrato “Housing Città dei Sassi” nasce il complesso rivolto alla terza età denominato “Borgo San Francesco”.

Applicatore
Tagliente Costruzioni S.r.l.
Matera
Copyright © by Saint-Gobain Italia S.P.A. P.IVA 08312170155 - informazioni societarie - informazioni legali e privacy
Gyproclive è un periodico registrato presso il Tribunale di Milano al N. 194 in data 03-04-1995